Mappa di Google - Ciad

Il clima del Ciad è desertico al nord, diventa semi-desertico al centro, e tropicale con una stagione umida al sud. Infatti la stagione piovosa estiva, dovuta al monsone africano, interessa solo il centro-sud del Paese, e in maniera progressivamente più significativa man mano che si procede verso sud. Di conseguenza le piogge, inferiori ai 50 millimetri annui al nord, raggiungono i 200 millimetri al centro, e superano i 1.000 nella parte più meridionale. Le piogge vanno da maggio all'inizio di ottobre, anche se all'estremo sud già da aprile si manifestano i primi rovesci e temporali. L'inverno è secco ovunque.

Nel nord desertico, l'inverno è soleggiato e piacevolmente caldo di giorno: a Faya-Largeau a gennaio si registrano massime intorno ai 26 gradi e minime intorno ai 14; le temperature sono un po' più basse, soprattutto di notte, nell'altopiano dell'Ennedi che si trova a nord-est, e sono ancora più basse nelle montagne del Tibesti (che presentano un paesaggio lunare e culminano con l'Emi Koussi, alto 3.445 metri). Ogni tanto di notte la temperatura può avvicinarsi allo zero alle quote più basse, e lo fa abbastanza spesso in montagna. Per contro, di giorno si possono toccare e superare i 30 gradi anche in pieno inverno, almeno alle basse quote. Il resto dell'anno nel deserto è torrido, con massime uguali o superiori ai 40 gradi da aprile a ottobre, ma con punte di caldo anche di 50 gradi.
Ecco le temperature medie di Faya-Largeau.
Temperature medie di Faya-Largeau
Faya-Largeau G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 14 15 18 22 25 26 26 26 26 23 18 14
Max (°C) 26 29 34 39 41 42 41 40 40 37 31 28

I mesi più caldi, sia pur di poco, sono maggio e giugno, perché poi a luglio e agosto si fanno sentire le correnti meridionali, estrema propaggine del monsone, che anche se quassù non portano quasi mai delle piogge, impediscono al caldo di aumentare ulteriormente. Le piogge sono rarissime: nel luglio 2010 si verificò un forte temporale a Faya-Largeau, come non si ricordava a memoria d'uomo.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie - Faya-Largeau
Faya-Largeau G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 0 0 0 0 1 2 3 11 1 0 0 0 18
Giorni 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 0 0 2

Nella zona montuosa del Tibesti, in estate fa molto caldo di giorno, ma anche in piena estate le notti possono essere fresche. Il massiccio del Tibesti riesce a intercettare qualche pioggia in più, ma siamo pur sempre a livello desertico (si superano di poco i 100 millimetri annui). Vi sono comunque anche sorgenti di acqua dolce (oasi) e laghi salati.
Durante tutto l'anno, è possibile che il vento sollevi tempeste di sabbia in tutta l'area desertica.

Tibesti, Ciad

Proseguendo verso sud, l'influsso delle correnti meridionali estive si fa più evidente, così che in estate si assiste ad una diminuzione della temperatura, e ad un aumento della nuvolosità e dell'umidità dell'aria. Nella zona del lago Ciad cadono dai 200 ai 300 millimetri di pioggia. Il lago Ciad è un lago poco profondo, che si è praticamente dimezzato negli ultimi 50 anni, e le cui dimensioni variano a seconda della piovosità stagionale e delle variazioni nella pioggia da un anno all'altro. Non è detto che sia destinato a scomparire, ma sicuramente le sue sorti sono legate all'andamento delle piogge monsoniche e ai cambiamenti climatici, oltre che allo sfruttamento da parte dell'uomo dei suoi immissari a fini agricoli.
Proseguendo verso sud le piogge diventano ancora più abbondanti. Nella capitale N'Djamena, a sud del lago, il totale annuo delle piogge ammonta a 550 millimetri, con i primi rovesci a maggio, un massimo a luglio e agosto, e gli ultimi all'inizio di ottobre.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie - N'djamena
N'djamena G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 0 0 0 8 25 55 145 205 95 20 0 0 555
Giorni 0 0 1 1 4 7 12 13 8 2 0 0 48

Qui siamo abbastanza a sud (solo 12 gradi a nord dell'Equatore) da avere una temperatura diurna elevata anche in pieno inverno, intorno ai 30 gradi, ma spesso di più, anche se l'aria è secca e le notti sono fresche. E' comunque il periodo meno caldo dell'anno, dato che già da febbraio il caldo inizia ad aumentare, raggiungendo il picco tra aprile e maggio, quando domina la canicola e si superano spesso i 40 gradi. In estate il monsone abbassa gradualmente la temperatura, portandola fino a 30/32 gradi ad agosto, anche se l'umidità elevata rende il caldo afoso e quindi meno sopportabile di quello invernale. Dopo il monsone, c'è tempo per un nuovo aumento del caldo, che torna torrido ad ottobre e novembre.
Ecco le temperature medie.
Temperature medie di N'djamena
N'djamena G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 17 19 23 27 27 26 24 23 23 23 20 17
Max (°C) 30 32 36 39 38 36 32 30 32 35 35 31

Ancora più a sud entriamo nella zona della savana, dove il paesaggio si trasforma e diventa decisamente verde nel periodo piovoso. Gli allagamenti sono frequenti, soprattutto in seguito ai rovesci più intensi e negli anni in cui le piogge sono più abbondanti. Il Zakouma National Park si trova a sud-est, nella zona in cui cadono dagli 800 ai 900 millimetri l'anno, ed è aperto dal primo dicembre al 31 maggio.
Nell'estremo sud si superano anche i 1.000 millimetri all'anno, come ad esempio a Moundou, dove ne cadono quasi 1.100, con i primi rovesci già ad aprile, e più di 200 mm al mese da luglio a settembre. Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie - Moundou
Moundou G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 0 0 5 40 90 150 260 285 200 55 2 0 1085
Giorni 0 1 2 5 9 12 15 19 13 7 2 0 85

Qui anche a dicembre e gennaio fa molto caldo, con massime sui 34 gradi, ma per fortuna di notte le temperature scendono di molto, di ben 20 gradi, portandosi intorno ai 15 °C. Il mese più caldo è addirittura marzo, con 39 gradi normali. In estate il monsone abbassa la temperatura intorno ai 30/32 gradi, ma l'afa è intensa.
Ecco le temperature medie.
Temperature medie di Moundou
Moundou G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 15 18 23 24 24 22 21 21 21 21 17 15
Max (°C) 34 37 39 38 36 32 30 30 31 33 35 34

Moissala, Ciad

Viaggi- quando andare

Il periodo migliore per visitare il Ciad è l'inverno, e in particolare i mesi di dicembre e gennaio: il cielo è sereno, anche se a volte il vento da nord-est, l'harmattan, può sollevare la polvere creando una specie di foschia. Di giorno fa molto caldo al sud, ma le notti sono fresche. Al nord invece può fare freddo di notte, mentre di giorno la temperatura è piacevole.
A partire da febbraio le temperature aumentano decisamente al sud, portandosi verso i 40 gradi.

In valigia- cosa portare

In inverno: vestiti leggeri per il giorno, coprenti e in tessuto naturale (cotone o lino), soprattutto al sud dove fa caldo anche in inverno, turbante per il deserto e per il vento dal deserto, occhiali da sole anche graduati al posto delle lenti a contatto (per via della sabbia), una giacca e un maglione per la sera, scarponcini da deserto o sandali. Per il Tibesti e per i pernottamenti all'aperto nel deserto, vestiti caldi, giubbotto, guanti, berretto.

In estate: per il deserto: vestiti leggerissimi, coprenti e in tessuto naturale (cotone o lino), turbante da deserto; una felpa per la notte, sacco a pelo per i pernottamenti all'aperto. Per il Tibesti, giacca e maglione. Per N'Djamena e il sud, vestiti leggeri, ombrello o impermeabile leggero per i rovesci, felpa leggera. Per le donne è meglio evitare calzoncini e minigonne.