Mappa di Google - Il_Cairo_Giza

Il Cairo, grande metropoli nel nord dell'Egitto e capitale del Paese, ha un clima subtropicale desertico, con inverni molto miti, ed estati molto calde e soleggiate.
La città si trova ai margini del grande delta del Nilo, dove la presenza di corsi d'acqua e campi coltivati aumenta un po' l'umidità relativa. L'espansione della città nel corso dei decenni l'ha portata ad arrivare a ridosso delle piramidi di El Giza.
Il vento caldo del deserto, il khamsin, soffia soprattutto in primavera, portando un caldo torrido, accompagnato dalla polvere e dalla sabbia. A causa di questo vento, la temperatura può superare i 40 gradi da aprile a settembre, e raggiungere i 37/38 gradi ad aprile e ottobre.
Ecco le temperature medie.
Temperature medie - Il Cairo
Il Cairo G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 9 10 12 15 18 20 22 22 21 17 14 10
Max (°C) 19 20 24 28 32 34 35 34 33 29 25 20

Le precipitazioni sono molto scarse, dato che non raggiungono i 50 millimetri all'anno. Negli anni più piovosi si sono superati di poco i 100 millimetri. Le rarissime piogge si verificano, sotto forma di rovescio, tra l'autunno e la primavera, con una maggiore probabilità in inverno. Essendo concentrate nel tempo e cadendo su un suolo secco e incapace di assorbire, quando sono intense possono provocare degli allagamenti.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie - Il Cairo
Il Cairo G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 5 4 4 1 1 0 0 0 0 1 4 6 25
Giorni 4 3 2 1 1 0 0 0 0 1 1 3 14

L'inverno, da dicembre a febbraio, è molto mite, con giornate piacevoli e soleggiate, di tipo primaverile, dato che le massime sono normalmente sui 20 gradi. Le piogge sono molto rare, e può anche non piovere mai per un intero mese. Ogni tanto vi può essere qualche giornata un po' fredda, con minime sui 5 gradi e massime sui 10/13 gradi, quando soffiano i venti da nord.

La primavera, da marzo a metà maggio, è piacevolmente calda e soleggiata, con alcune giornate torride che si verificano quando soffia il khamsin. A marzo di notte può fare ancora un po' freddo, soprattutto nella prima metà del mese.

L'estate, da metà maggio a metà settembre, è molto calda e soleggiata. Se a maggio e giugno sono ancora abbastanza frequenti le fiammate di caldo torrido, l'atmosfera si stabilizza progressivamente e l'umidità diventa più elevata, con una fastidiosa combinazione di caldo e umidità, il cui culmine viene raggiunto ad agosto. All'interno della grande città il caldo si sente di più, anche a causa dell'inquinamento.

L'autunno, da metà settembre a novembre, è caldo ma senza eccessi, anche se qualche giornata torrida si può ancora verificare all'inizio di ottobre, quando soffia il khamsin, e poi diventa progressivamente più mite, risultando piacevolmente caldo a novembre.

Il soleggiamento al Cairo è molto buono tutto l'anno, dato che prevalgono i cieli sereni in tutte le stagioni.

Il Cairo


Il periodo migliore per visitare il Cairo e le piramidi di Giza e Saqqara va da ottobre a marzo, per evitare il caldo, possibile, o certo, negli altri mesi. In inverno, soprattutto a gennaio e febbraio, non si può escludere qualche giornata un po' fredda e nuvolosa, mentre a marzo, e qualche volta a ottobre, può soffiare il vento del Sahara, accompagnato da polvere e sabbia; dunque il mese migliore è novembre, quando questo rischio è minore. In estate, ad esempio ad agosto, il caldo è meno intenso che nel sud dell'Egitto, ma visitare le piramidi sotto il sole può essere difficoltoso; si possono allora scegliere le prime ore della giornata, anche se non è detto che si trovi lo spazio nelle ore migliori, vista la presenza di molti turisti.