Mappa di Google - Lago_Garda

Sulle rive del lago di Garda (o Benaco), il più grande lago italiano, il clima è mitigato dal lago stesso, per cui è semi-continentale, o addirittura sub-mediterraneo nelle zone più riparate, ed è abbastanza mite da consentire la coltivazione di viti, olivi e agrumi. Gli inverni sono abbastanza freddi, ma meno che in pianura padana o nelle vallate subalpine, mentre le estati sono calde, abbastanza soleggiate, ma anche temporalesche. Infatti, a causa dei contrasti termici, in estate nel lago di Garda possono scoppiare dei temporali, a volte forti e associati a grandine e colpi di vento.
Alcune località che sorgono lungo le rive del lago sono: nella sponda lombarda Desenzano, Gargnano, Limone del Garda, Salò, Sirmione, Toscolano Maderno, Gardone Riviera; nella sponda veneta Bardolino, Malcesine, Peschiera del Garda, Torri del Benaco; nella sponda trentina (a nord) Riva del Garda e Torbole sul Garda.
Ecco le temperature medie di Salò, sulla sponda sud-ovest del lago, in provincia di Brescia. Si tratta delle medie del periodo 1961/90, quando il clima era leggermente più freddo di quello di oggi.
Temperature medie - Salò
Salò G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 1 2 5 9 12 16 19 18 16 11 6 2
Max (°C) 6 8 12 17 22 26 29 27 24 18 11 7

Le precipitazioni a Salò sono abbastanza abbondanti, dato che raggiungono i 1.100 millimetri all'anno. L'inverno è la stagione relativamente più secca; nelle stagioni intermedie le piogge sono dovute alle perturbazioni atlantiche, mentre in tarda primavera e in estate sono abbastanza frequenti (e talora intensi) i temporali nel pomeriggio e in serata.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie - Salò
Salò G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 75 65 85 85 105 95 90 115 90 120 105 70 1105
Giorni 7 6 8 9 11 10 7 8 6 8 9 6 95

Sulle sponde centro-settentrionali, dove ci sono catene di colline e montagne che si gettano direttamente sul lago, isolando le rive dalle zone circostanti, il clima diventa ancora più mite, quasi mediterraneo, come si può vedere dalle temperature medie (sempre relative al periodo 1961/90) di Malcesine, sulla costa orientale, in provincia di Verona (da dove parte la funivia per il Monte Baldo).
Temperature medie - Malcesine
Malcesine G F M A M G L A S O N D
Min (°C) 4 5 7 9 13 16 19 19 17 12 8 4
Max (°C) 9 11 13 17 21 25 28 28 24 19 14 10

La costa più settentrionale (v. Riva del Garda, Torbole), torna ad essere un po' più fredda in inverno, come quella meridionale, avendo una piccola pianura alle spalle (mentre la parte meridionale ha, naturalmente, alle spalle la pianura padana).

L'inverno nel lago di Garda, da dicembre a febbraio, è abbastanza freddo, ma meno che nella pianura padana, a causa dell'influsso mitigatore del lago. Anche la nebbia è meno frequente.
Le giornate piovose non mancano, anche se l'inverno è la stagione relativamente più secca. La neve non è molto frequente: una nevicata si può vedere almeno una volta tutti gli anni, anche se le nevicate non sono quasi mai abbondanti (tranne nella punta nord, dove si trova Riva del Garda, dove le nevicate sono un po' più frequenti e a volte ci possono essere accumuli di una certa importanza). Non si possono comunque escludere periodi molto freddi, con gelate notturne (in genere leggere) e temperature intorno allo zero anche di giorno.

L'estate, da giugno ad agosto, è calda, e spesso soleggiata, soprattutto in mattinata. Il caldo è meno intenso che in pianura padana, inoltre c'è un po' più di ventilazione a causa delle brezze del lago. Qualche volta può passare una perturbazione atlantica in grado di portare un po' di pioggia e di fresco; più spesso possono scoppiare dei temporali nel pomeriggio e in serata. Non si possono comunque escludere giornate molto calde, con massime sui 35 °C.
Durante il semestre caldo, nell'area del lago di Garda il vento è debole o moderato e a regime di brezza. La brezza è abbastanza forte da generare onde ed essere apprezzata dagli amanti di surf e windsurf, e tende ad essere più intensa nella parte centro-settentrionale, dove il lago è più stretto e il vento tende ad incanalarsi. Nelle ore più calde, a partire da mezzogiorno e nel pomeriggio, la brezza che soffia dalla pianura padana verso i rilievi è detta Ora, ed è più intensa nella parte più settentrionale del lago, e più debole nella parte meridionale, mentre dopo il tramonto e di notte soffia dalle Alpi verso la pianura il Peler, la brezza da nord, che tocca il massimo nel primo mattino, dalle 7 alle 9, ed è più intensa dell'Ora, soprattutto nella nella parte centro-settentrionale (in particolare, nella costa orientale da Malcesine a Navene, e in quella occidentale nella parte a nord di Limone).
Vi sono poi alcuni venti locali e trasversali, come il Ponal, che soffia lungo il corso del torrente omonimo, dalla valle di Ledro.

Il soleggiamento sul lago di Garda in inverno è leggermente migliore che in pianura padana; in primavera e in autunno è discreto ma non ottimo, perché in questi periodi passano le perturbazioni atlantiche; in estate è abbastanza buono, anche se nei periodi di bel tempo estivo, come detto nel pomeriggio si possono formare annuvolamenti, che possono sfociare in temporali.

Sirmione dall'alto

Per fare i bagni, la temperatura del lago di Garda arriva intorno ai 20 gradi da giugno ad agosto, quindi rimane fresca, tuttavia dipende dalle zone (la parte meridionale è un po' più calda di quella settentrionale), e soprattutto dai periodi: durante le estati più calde, come quella del 2015, la temperatura del lago può raggiungere persino i 25/26 gradi.
Vicino al lago di Garda troviamo alcuni laghi più piccoli, in un ambiente diverso e con un clima decisamente più freddo in inverno e più fresco in estate: a ovest, a 370 metri di quota troviamo il Lago Idro, mentre a nord-ovest troviamo il Lago di Tenno, a 570 metri, e il Lago di Ledro, a 655 metri.


I periodi migliori per visitare il lago di Garda sono la primavera e l'inizio dell'estate, in particolare da metà aprile a metà giugno. Anche settembre è un buon mese. Bisogna comunque mettere in conto qualche giornata piovosa in entrambi i periodi.
In estate, che è il periodo migliore se si intende prendere il sole e fare il bagno, può fare molto caldo per visitare le diverse località e compiere escursioni, anche se in certi periodi le temperature sono accettabili, soprattutto a giugno. Da mettere in conto, in estate e a maggio, i temporali pomeridiani o serali.