Mappa di Google - Tagikistan

In Tagikistan il clima è continentale arido, con inverni freddi ed estati torride e soleggiate. Essendo un Paese montuoso, presenta variazioni di temperatura e piovosità a seconda dell'altitudine e dell'esposizione. Ad alte quote vi sono ampi ghiacciai e nevai; la parte più orientale e quella sud-occidentale sono le più aride, e sono praticamente desertiche. Le zone montuose (monti Alaj-Turkestan a nord, Pamir ad est) in inverno ricevono abbondanti precipitazioni nevose, che alimentano i fiumi: nel Tagikistan passano i due grandi fiumi dell'Asia centrale, l'Amu Darya a sud e il Syr Darya a nord. Gli scontri di masse d'aria possono provocare tempeste di vento, soprattutto nel periodo novembre-aprile. L'afghanets può portare tempeste di polvere dall'Afghanistan; nelle valli può soffiare un vento caldo e secco tipo föhn, chiamato harmsil. Nell'est del Paese, che in parte risente della circolazione monsonica, anche in estate il vento può sollevare tempeste di polvere.

Chujand (o Khudzhand) si trova nel nord, nella Valle di Fergana, dove passa il Syr Darya, e a 350 metri di quota. Qui l'inverno è freddo, con una media di gennaio di 0 gradi, mentre l'estate è torrida, dato che la media di luglio è di 28 gradi, con 21 di minima e 36 di massima. Le precipitazioni sono molto scarse, appena 170 millimetri, con un massimo relativo in primavera (25/30 millimetri a marzo-aprile) e un minimo in estate (le piogge sono praticamente inesistenti da luglio a settembre). Se durante l'inverno sono possibili intense ondate di gelo, con punte di -20 °C, in estate da giugno ad agosto la temperatura può raggiungere i 45 °C.
Ecco le temperature medie di Chujand.
Temperature medie di Khujand
Khujand G F M A M G L A S O N D
Min (°C) -3 -2 4 11 16 20 21 19 14 8 3 -1
Max (°C) 4 6 14 22 29 34 36 32 29 21 12 6

La capitale del Tagikistan, Dushanbe, si trova a 800 metri di quota, nell'ovest, ed è moderatamente piovosa per la sua posizione ai piedi dei monti, infatti riceve 600 millimetri di pioggia o neve all'anno, la gran parte dei quali cade tra novembre e maggio, con un massimo a marzo e aprile (quando arrivano a 110 mm al mese, e in cui piove per circa 10 giorni al mese), e un minimo estivo (anche qui da luglio a settembre in sostanza non piove mai).
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie - Dushanbe
Dushanbe G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 80 75 110 110 75 20 1 3 1 20 45 70 610
Giorni 11 11 10 10 7 3 0 1 0 2 6 9 70

Il clima a Dushanbe è continentale, con inverni freddi ma non gelidi (la media di gennaio è di 3 gradi), ed estati torride e soleggiate (le massime a luglio e agosto oscillano intorno ai 35 gradi, ma con punte di 40). In inverno spesso la temperatura scende sotto lo zero di notte, ma rimane al di sopra durante il giorno; ogni tanto si verificano ondate di gelo, con punte di -10 gradi, meno intense che nel resto del Paese, perché le montagne a nord proteggono in parte la città. Comunque alcuni inverni possono essere particolarmente freddi, come quello del 2008 quando si scese fino a -19 °C. Ecco le temperature medie.
Temperature medie di Dushanbe
Dushanbe G F M A M G L A S O N D
Min (°C) -2 -1 4 10 13 17 18 16 11 7 3 0
Max (°C) 8 9 15 22 27 33 36 34 30 23 17 11

Dushanbe

Nel sud-ovest, a Qurghonteppa (o Kurgan-Tyube), a 400 metri di quota, il clima è simile a quello di Dushanbe, ma più arido, tanto che vi cadono appena 280 millimetri l'anno, e più esposto a situazioni estreme. I venti che scendono dalle montagne possono provocare repentini aumenti di temperatura, con punte di 45 gradi in estate, mentre in inverno la temperatura può scendere fino a -20 °C.
Temperature medie di Qurghonteppa
Qurghonteppa G F M A M G L A S O N D
Min (°C) -2 1 6 12 15 19 20 17 12 8 4 1
Max (°C) 11 11 17 24 30 36 37 35 31 22 18 11

La parte orientale del Tagikistan (Provincia Autonoma di Gorno-Badachšan) è occupata dalla spettacolare regione montuosa del Pamir, "il tetto del mondo", la cui cima più elevata è il Picco Ismail Samani (ex Picco del Comunismo), alto 7.495 metri. Il vasto altopiano è freddo, desertico e battuto dai venti. Però nelle numerose aree sopra i 4.500 metri sono frequenti le nevicate, e si trovano vasti nevai e ghiacciai (tra cui spicca l'enorme ghiacciaio Fedchenko). La regione è percorsa dall'autostrada del Pamir, una delle autostrade più elevate al mondo, che versa in condizioni spesso non buone.
A Rangkul, situata nell'est e a 3.800 metri di quota, l'inverno è lungo e gelido, con una media di gennaio di 16 gradi sotto lo zero; ancora a maggio la media giornaliera è di 0 gradi, e solo da giugno a settembre le massime toccano o superano i 10 gradi, anche se le minime rimangono intorno allo zero, e qualche volta possono scendervi al di sotto, comunque questo periodo da giugno a settembre è il periodo migliore, e in particolare luglio e agosto quando le massime sono intorno ai 13/15 gradi. Le precipitazioni sono scarsissime, inferiori ai 100 millimetri l'anno: non stupisce che il paesaggio passi direttamente dal deserto ai ghiacciai delle quote più alte. I due laghi nella valle, Rangkul e Shorkul, rimangono ghiacciati per molti mesi all'anno, mentre durante l'estate vi si possono osservare diverse specie di uccelli migratori.
Temperature medie - Rang-Kul
Rang-Kul G F M A M G L A S O N D
Min (°C) -22 -19 -14 -8 -5 0 2 1 -2 -7 -13 -20
Max (°C) -11 -7 -2 2 5 10 14 13 10 2 -3 -9

A nord, presso le sponde del lago Karakul, a 3.900 metri di quota, e a sud, presso quelle del Lago Zorkul, a 4.100 metri, ci si devono attendere condizioni simili, con giornate miti e notti fredde in estate, e la brezza del lago che durante il giorno può acuire la sensazione di freddo.
Il Pamir è solcato da valli profonde, in cui scorrono i fiumi. Nell'ovest troviamo Khorog (o Chorugh), capoluogo della provincia, che si trova a 2.000 metri di quota nella valle del Panj, ed ha un clima continentale, con inverno gelido (con media di gennaio di -6 °C), ed estate calda (con media di luglio e agosto di circa 23 °C). Ecco le temperature medie.
Temperature medie di Khorog
Khorog G F M A M G L A S O N D
Min (°C) -11 -9 -2 5 9 12 15 15 10 4 -1 -7
Max (°C) -1 1 7 16 21 27 30 30 26 18 10 2

Qui si può andare da maggio a metà ottobre, tenendo presente che non è escluso che faccia molto di caldo di giorno a luglio e ad agosto, e freddo di notte a maggio e settembre/ottobre, quando la temperatura di notte può toccare lo zero. Qui le precipitazioni sono a livello steppico: 235 millimetri all'anno, la gran parte dei quali cadono da novembre a maggio, mentre in estate anche qui in pratica non piove mai.
Ecco le precipitazioni medie.
Precipitazioni medie - Khorog
Khorog G F M A M G L A S O N D Anno
Prec. (mm) 30 30 40 40 25 9 3 0 1 10 20 25 233
Giorni 6 6 6 6 4 2 1 0 1 3 3 5 43

Khorog

Viaggi- quando andare

I periodi migliori per visitare il Tagikistan sono le mezze stagioni, che consentono di evitare gli estremi climatici, e in particolare i mesi di aprile e ottobre. Tra i due è preferibile ottobre perché è meno piovoso, soprattutto a Dushanbe e nelle zone non desertiche, comunque anche in questi due mesi non è escluso che possa fare un po' freddo di notte e un po' caldo di giorno. Per fare escursioni alle alte quote è invece preferibile l'estate, perché è l'unica stagione in cui la temperatura supera lo zero.

In valigia- cosa portare

In inverno: per Dushanbe e le città principali, sotto i mille metri, vestiti caldi, maglione, piumino, berretto, sciarpa, guanti; qualche capo più leggero per le giornate miti, foulard per il vento. Per il Pamir e l'alta montagna, vestiti per il grande freddo, biancheria termica, parka ecc.
In estate: per Dushanbe e le città principali, sotto i mille metri, vestiti leggerissimi, coprenti e in tessuto naturale (cotone o lino), cappello per il sole, foulard per il vento, una felpa la sera. Per la montagna, a quote intermedie, vestiti leggeri per il giorno, cappello per il sole, felpa e giacca leggera per la sera, scarpe da trekking; sopra i 3.000 metri, maglione e giacca a vento per la sera; sopra i 4.000 metri, piumino, berretto, guanti, sciarpa.
Per le donne è meglio evitare calzoncini e minigonne.